Il grasso nelle feci genera un forte odore e un aspetto schiumoso

  • Condividi Questo
Ona Cooper

La presenza di grasso nelle feci può essere visibile o rilevata da esami di laboratorio. Se visibile, le feci tendono ad essere schiumose, con un forte odore sgradevole e tendono a galleggiare sempre nell'acqua. Il nome tecnico è steatorrea, che significa eccessiva escrezione di grasso nelle feci.


L'assunzione eccessiva di alcol per periodi prolungati, la perdita di peso e i dolori addominali sono piuttosto suggestivi.

I disturbi digestivi e assorbitivi possono causare steatorrea. I disturbi digestivi sono dovuti ad alterazioni nella produzione e nel rilascio dell'enzima lipasi da parte del pancreas o della bile da parte del fegato/cistifellea, enzimi responsabili della digestione dei grassi. I disturbi assorbitivi sono causati da disturbi assorbitivi ed enzimatici dell'intestino tenue. Le malattie più comuni sono:

  • Pancreatite cronica
  • Celiachia
  • Sindrome dell'intestino corto
  • Cancro delle vie biliari
  • Stenosi biliare
  • Malattia di Crohn
  • Fibrosi cistica del pancreas
  • Cancro del pancreas
  • Morbo di Whipple.

I sintomi più comuni sono feci molto maleodoranti, voluminose, pallide, sciolte e oleose, che tendono a galleggiare. Emorragia digestiva, anemia, dolore e perdita di peso/malnutrizione dovrebbero essere segnali di allarme. In presenza di sintomi di steatorrea, è necessario rivolgersi a un medico, poiché questo sintomo è solitamente correlato a una malattia grave.

Le principali patologie sono quelle legate al pancreas e all'intestino tenue. L'anamnesi e l'esame clinico sono molto importanti. L'assunzione eccessiva di alcol per periodi prolungati, la perdita di peso e i dolori addominali sono piuttosto suggestivi. Per quanto riguarda il pancreas, si deve sempre pensare a una pancreatite cronica. In questo caso, le anomalie strutturali dell'organo possono essere rilevate mediante radiografie ed ecografie,Il rilevamento dei grassi nelle feci si effettua con il test delle feci chiamato SUDAM III, e la misurazione dell'elastasi pancreatica nelle feci ci fa sospettare un'insufficienza esocrina del pancreas. La misurazione degli enzimi pancreatici dopo il tubo duodenale e la stimolazione con secretina è molto efficace per l'insufficienza pancreatica, ma è molto difficile da rilevare.costoso e complesso da realizzare.

Quando si sospetta un malassorbimento dovuto a un coinvolgimento dell'intestino tenue, si possono utilizzare i test di Schilling e del D-xilosio per confermare il sospetto clinico e studiare le anomalie strutturali mediante radiografia con contrasto, endoscopia digestiva superiore e inferiore e biopsie.

Per raccogliere le feci, si consiglia di posizionare un foglio di plastica sulla tazza del water fissata al sedile, in modo che le feci non cadano nell'acqua, e di metterle in un contenitore adatto. Raccogliere le feci evacuate per 24 ore. Mangiare 100 grammi di grassi al giorno nei 3 giorni precedenti la raccolta.

Per saperne di più: Come faccio a sapere se le mie feci sono sane?

Il trattamento della steatorrea dipende dalla causa, in genere limitando l'assunzione di grassi e ricevendo un supporto nutrizionale. In caso di insufficienza pancreatica, gli enzimi pancreatici possono essere sostituiti durante i pasti, con circa 30.000 unità di lipasi ad ogni pasto. Ogni malattia ha una gestione specifica.

Ona Cooper è una scrittrice e blogger appassionata con un profondo amore per catturare la bellezza e la complessità della vita. Con un background in letteratura inglese e un occhio attento all'osservazione, approfondisce la complessità delle esperienze quotidiane e le trasforma in deliziose narrazioni. Lo stile di scrittura di Ona è lirico ed evocativo, intreccia emozioni e prospettive che risuonano profondamente con i suoi lettori. Il suo blog testimonia il suo desiderio di esplorare vari aspetti della vita, dalle relazioni e crescita personale ai viaggi e alla scoperta di sé. Con ogni post del blog, Ona invita il suo pubblico a intraprendere un viaggio di autoriflessione e connessione, promuovendo un senso di comunità tra i suoi fedeli lettori. Attraverso la sua potente narrazione e i suoi aneddoti facilmente riconoscibili, Ona ispira il suo pubblico ad abbracciare i momenti straordinari nascosti nell'ordinario, incoraggiandoli a trovare bellezza e ispirazione anche negli aspetti più banali della vita.